fotocult.it home page
home page
sommario
editoriale
arretrati
abbonamenti
segnala edicola
segnala mostre e concorsi
le tue fotografie
lavora con noi
Foto Cult : partner
contatti
spacer

Da Colonia a Brescia
FOTO Cult - Settembre 2008 #46

ingrandisci la copertina
Emanuele CostanzoSono piacevolmente terrorizzato dal superlavoro che ci aspetta in questo mese di settembre. Il calendario è fitto, oltre che dei soliti impegni redazionali, di viaggi di lavoro. Le settimane che precedono importanti eventi fieristici internazionali, infatti, sono sempre ricche di conferenze stampa sparse nelle località più varie. Non faccio nomi per lasciarvi un po’ sulle spine, vi dico solo che diversi grandi marchi hanno chiamato a raccolta la stampa specializzata europea nella prima decade del mese e non sarà certo - o non solo - per raccontarci come abbiamo passato l’estate... L’evento che sta mettendo in moto tutto questo è la photokina, la più importante fiera mondiale della fotografia, che si terrà a Colonia dal 23 al 28 settembre. Sebbene sia solo biennale, la fiera tedesca sta tenendo botta alla crescita del PMA, l’antagonista statunitense. La photokina (ebbene sì, si scrive con la p minuscola...) ha scandito l’evoluzione della tecnica fotografica degli ultimi sessant’anni ed è una fiera che, a mio avviso, tutti almeno una volta nella vita dovrebbero vedere (link). Belle mostre e tanta fotografia si abbracciano in una struttura enorme, organizzata alla perfezione. Quest’anno, viste le premesse, sarà teatro di una serie impressionante di novità. Le tendenze sono note agli addetti ai lavori, ma può essere utile oltre che divertente provare a prevedere su quali canali vedremo gli exploit più fragorosi.
Anche alla luce dei test che mensilmente conduciamo sulle reflex digitali, non ci stupiremmo se i primi della classe in questo settore in enorme crescita toccassero il tetto dei 20 milioni di pixel. L’attuale generazione di sensori da 12 e 14 megapixel è nata matura e il ritorno di antichi concorrenti (Olympus e Pentax), così come l’ingresso di nuovi attori (Samsung e Sony), potrebbe indurre un’accelerazione dei normali tempi di sviluppo. Ma potrebbero essere proprio questi quattro a stupirci...
Parallelamente o in alternativa a questo prevedibile aumento di densità dei sensori, potrebbe rubare la scena chi dovesse presentare una reflex con risoluzione "moderata", ma dalla sensibilità altissima e virtualmente priva di disturbo, un apparecchio da reporter d’assalto.
Ci aspettiamo novità a pioggia nel settore delle ottiche: non solo il graduale rinnovamento dei corredi 35mm preesistenti all’avvento del digitale - processo motivato dall’imminente diffusione delle reflex digitali full-frame - ma anche il lancio di obiettivi destinati alle APS-C, in particolare zoom con escursione focale sempre più ampia e obbligatoriamente corredati da stabilizzatori sempre più efficaci.
Più che attendere, speriamo in nuove e concrete proposte nel settore della stampa: le aziende lamentano cali di decine di punti percentuali nella vendita di stampanti e carta. L’unica oasi in questo terreno sempre più desertificato siamo proprio noi, fotoamatori appassionati e professionisti, sempre innamorati di un bel "trentaquaranta" da sfoggiare o vendere. Forse le aziende dovrebbero ripartire proprio da qui.
L’elenco delle novità previste potrebbe continuare a lungo, ma preferisco parlar d’altro. O, meglio, continuare a parlare di fotografia, ma tornando nei confini nostrani e focalizzando l’attenzione su un altro evento, di respiro meno internazionale, ma alla portata di tutti noi ed estremamente formativo: il Click Up. È una manifestazione itinerante nata agli inizi degli anni ’90, un punto di riferimento per il mondo della fotografia professionale. Quest’anno si terrà a Brescia dal 25 al 27 ottobre e cambierà rotta, anzi, compirà il giro di boa. La novità principale è che sarà aperta anche a chi non esercita la professione di fotografo, quindi tutti i fotoamatori appassionati che volessero toccare con mano le novità presentate poche settimane prima potranno approfittare di un ambiente raccolto e a misura d’uomo, sapendo di avere a disposizione tecnici in grado di sciogliere ogni dubbio e un set per provare senza fretta qualsiasi apparecchiatura. Certo, non verrà snaturata la filosofia della manifestazione, mantenendo centrale l’occasione di incontro tra produttori, distributori di materiale professionale e fotografi professionisti. Il Click Up (www.click-up.it) verrà piuttosto arricchito con un evento nell’evento, il Photo-link: sarà un vero e proprio collegamento tra fotografi professionisti "classici" e utilizzatori professionali di immagini, tra fotografi creativi, modelle e modelli ed esponenti dei mercati collaterali (grafica, web, multimedia). Insomma, Click Up & Photo-link, questo il nuovo nome dell’evento, dovrebbe finalmente dar vita a una manifestazione completa, in cui l’irrinunciabile momento di contatto tra industria e fotografi si arricchisce di iniziative culturali e professionali concrete, creando opportunità di crescita ad ampio raggio. Noi ci saremo, con l’intenzione di dare il nostro piccolo contributo. Sul prossimo numero saremo più precisi, restate collegati.
FOTO Cult | Tecnica e Cultura della Fotografia | contatti | privacy | credits